lettura ottica

I software di lettura ottica per agevolare anche la vita aziendale


Se qualche tempo fa la società contemporanea era definita 2.0, oggi siamo, grazie al progresso in ambito digitale e tecnologico, in quella fase che gli esperti sociologi definiscono oramai 4.0 per le notevoli e progressive conquiste in ambiti tecnologici.
Analizziamo oggi i sistemi di lettura ottica attraverso i quali implementiamo nuove e più snelle procedure d’ufficio in grado di innovare la logistica aziendale.

Cosa sono i sistemi di lettura ottica?


Con il termina OCR, acronimo di lingua anglofona che significa ‘optical character recognition’, traducibile in italiano con ‘riconoscimento ottico dei caratteri’, ci addentriamo in ambiti digitali attraverso l’innovazione, tramite apparecchiature di scannerizzazione caratteri gestite da software di ultima generazione, attraverso i quali facilitiamo in diversi settori la lettura di testi, documenti, in ambiti davvero eclettici.

Per rendere il concetto con esempi pratici, sono recentemente stati utilizzati software di riconoscimento ottico per la rilettura con altri scrupoli dei celeberrimi ‘Rotoli del Mar Morto’, testi latini, corsivi antichi appartenenti anche all’epopea della Magna Grecia italica.
capiamo quindi quanto sia importante un percorso parallelo e sinergico tra scienza e industria del software digitale, una sorta di simbiosi che consente lo sviluppo in ambiti diversi.

La ricerca in tal ambito nasce all’inizio del XX secolo, elaborando nel tempo, sino all’avvento e la diffusione di massa di personal computer, tecniche e pratiche per riconoscere i caratteri e renderli dapprima stampa, dopodiché, con l’avvento del digitale, documento pronto per essere stampato o archiviato come file elettronico nei database scientifici, aziendali, amministrativi in genere.

Questo settore non conosce soste e solo la fantasia può limitarne l’utilizzo.
Attualmente programmi per la lettura ottica possono riconoscere con approssimazione sino al 99% di un testo, caratteri appartenenti alla categoria di script latini (i nostri form comunemente usati in tutto il mondo Occidentale e non solo), corsivi, stampatelli scritti a mano etc.
Le aziende di questo settore ogni anno rilasciano sul mercato nuovi prodotti o evoluzioni e aggiornamenti di software precedenti per arrivare il più vicino possibile alla perfezione di riconoscimento ottico.
Per avere una maggiore e specifica idea sulle tipologie di software di cui stiamo parlando vi rimandiamo al portale dell’azienda Datasis.it che troverete al link https://www.datasis.it.

A livello aziendale quindi, quali sono i requisiti richiesti ad un programma di lettura ottico?


Se vi è chiara la tipologia di programmi informatici che stiamo analizzando, i sistemi di riconoscimento ottico di caratteri anche diversi, rivolti a documenti, mail, file di vario tipo, focalizziamoci ora sulle caratteristiche e i requisiti richiesti in ambiti aziendali.
La tipologia di programma riferita ad un sistema di lettura ottico deve esprimere due concetti sintetizzabili in uno slogan molto diretto:
Velocità di lettura e precisione.


In questa piccola formula risiede il valore di questi programmi, tra l’altro molto intuitivi, solitamente richiedono un breve e facile ‘addestramento’ del personale che li utilizzerà durante il proprio lavoro.
Questi programmi quindi devono essere veloci nella lettura, precisi nell’analisi ma, caratteristica da non sottovalutare, condivisibili all’interno di una rete aziendale intra-connessa al fine di rendere disponibile a chiunque un file scannerizzato quindi elaborato sotto forma di documento.
Le aziende oggi chiedono una grande ecletticità ai programmi scelti e per ecletticità intendiamo la possibilità di leggere con grande precisione manoscritti (atti notarili, catastali, contratti aziendali, documenti tecnici, commerciali etc.) e con la stessa semplicità devono riconoscere caratteri numerici e alfabetici.

Parliamo quindi di programmi di riconoscimento ottico completi al servizio di un’azienda con aspettative moderne.
Con questi strumenti digitali un’azienda può quindi velocizzare notevolmente la lettura e la conversione in file di una grande quantità di cartaceo, condividerla tra operatori, renderla immediata all’intenro del sistema produttivo e informatico.

Se vi sono chiari i concetti espressi potrete quindi procedere al passo successivo e dotare anche la vostra azienda, studio tecnico o commerciale, ambulatoriale, di nuovi strumenti digitali per velocizzare operazioni in passato limitanti, concedendovi maggior tempo per le vostre attività produttive.