Come si produce l’olio d’oliva


Per riuscire a produrre e a vendere, anche tramite la vendita olio extravergine di oliva, un buon olio d’oliva è opportuno che si utilizzino delle materie prime di assoluta qualità che, insieme ai sistemi di estrazione e alle varie fasi della produzione (controllo della temperatura, qualità dell’acqua e messa a punto dei separatori centrifughi), consentiranno di avere un prodotto eccellente.

Il processo produttivo dell’olio d’oliva

La prima fase nella produzione dell’olio d’oliva consiste nella raccolta che solitamente avviene nel periodo tra Ottobre e Dicembre, ovviamente bisogna tenere in considerazione le condizioni climatiche e per evitare la macerazione delle olive bisogna che queste vengano colte al momento giusto. La fase successiva si chiama frangiatura e consiste nella frantumazione delle olive per ottenere un impasto omogeneo, chiamato “pasta di olive” .Una volta ottenuta questa pasta la si chiuderà ermeticamente all’interno di vasche d’acciaio inox.

Il terzo passaggio è conosciuto con il nome di gramolatura dove l’impasto viene rimescolato in modo che le molecole d’olio separate dall’acqua si riunifichino. Fondamentale è che questo processo avvenga in modo perfetto perché solo così si avrà una perfetta un’uniformità delle gocce dell’olio. Nella quarta fase si effettua la spremitura, ovvero un processo di circa mezz’ora che consiste in un’unica torchiatura, nella quinta fase invece si attua la separazione, ovvero l’olio d’oliva e l’acqua vegetazione vengono posti dentro dei piattini di acciaio inox e filtrate nei separatori centrifughi. Questo principio (chiamato di Centrifugazione) consente di separare ancora di più l’olio d’oliva da tutte le impurità e i sedimenti lasciati dalle olive frante, in modo tale che dentro i contenitori d’acciaio inox si riponga un prodotto perfetto.

Infine l’ultima fase consiste nel portare il prodotto finito in delle stanze fresche, dove non ci possa essere contatto diretto con fonti di calore o di luce, per consentire all’olio di oliva di decantare in un modo del tutto naturale per circa due mesi, dopo di ché l’olio verrà imbottigliato e potrà essere immesso sul mercato.