massaggio shiatsu

Il massaggio shiatsu: la terapia fisica del Sol Levante


Tra le tecniche di massaggio più diffuse e antiche al mondo, un posto di primo piano spetta certamente alla disciplina Shiatsu, approccio metodologico al massaggio figlio della cultura giapponese e oggi parte integrante del sistema sanitario del Sol Levante come terapia alternativa a quella ufficiale. Lo shiatsu è una delle tecniche maggiormente diffuse presso ogni corso di massaggio a Bari come a Roma o a Milano e la sua fama cresce in modo costante.

La storia e le origini dello Shiatsu

La filosofia shiatsu nacque e si diffuse in Giappone già intorno al VI secolo, quando nel Sol Levante giunsero i monaci buddhisti che esportarono il proprio sapere dalla Cina, favorendo lo sviluppo delle dottrine mediche del posto anche nella loro nuova sede. Nel 1964 lo Shiatsu fu ufficialmente riconosciuto per legge come una forma autonoma di cura, distinta dal sistema accademico sanitario ma, allo stesso tempo, dotata di una sua validità scientifica. Da allora, lo sviluppo delle tecniche Shiatsu divenne ampio e trasversale in tutta la nazione e quindi anche al di là dei confini nazionali.

La tecnica di massaggio Shiatsu

Lo Shiatsu costruisce la propria impalcatura filosofica e funzionale su 5 pilastri, ovvero:

  • la postura
  • il respiro
  • la perpendicolarità
  • la pressione
  • la sensazioni di piacere e di dolore

Si tratta di un approccio che, seppur derivante dalle più ancestrali tecniche manipolative cinesi, se ne distanzia in maniera sostanziale sotto molti punti di vista. La principale differenza con discipline come il Tui Na sta nell’approccio che, nella filosofia nipponica, è molto più statico nell’esercizio di manovre e pressioni.

Lo Shiatsu non prevede l’utilizzo di alcun ausilio come ad esempio oli o utensili per il massaggio e verte esclusivamente sull’utilizzo di digitopressioni e di manovre eseguite prevalentemente tramite polpastrelli e palmi e, molto più raramente, gomiti, avambracci e piante dei piedi.

Ingresso, stasi, uscita

Alla base della disciplina Shiatsu vi è una concezione comune a tutte le filosofie del corpo asiatiche, ovvero la possibilità di indurre nel ricevente un processo di autoguarigione. Per farlo, l’approccio Shiatsu utilizza un sistema di manipolazione basato su tre fasi:

  • ingresso
  • stasi
  • uscita

L’ingresso si riferisce all’inizio della manovra, interessa l’individuazione dei punti su cui intervenire e delle tecniche più appropriate per le esigenze del ricevente; la stasi è il momento in cui viene realmente eseguito il trattamento, in cui la mano si sofferma sul corpo del ricevente ed esercita una manipolazione persistente; l’uscita è la fase di conclusione della manovra.